Il pagamento online rappresenta oggi un'importante opportunità per clienti e venditori. Si svolge mediante l'utilizzo di un pc e con l'ausilio di un sito WEB che fa da tramite nella transazione economica.

L'avvento di internet ha rivoluzionato il modo di vivere quotidiano di milioni di persone, mettendo in contatto individui e imprese situati fisicamente in luoghi molto distanti tra di loro.

Ha velocizzato la comunicazione e, con questa, anche i pagamenti, consentendo di trasferire denaro in qualunque parte del mondo, venendo a costituire di fatto l'elemento propulsore dello sviluppo economico degli ultimi vent'anni e accelerando le contrattazioni tra privati e aziende.

Tutele per l'acquisto on-line

Per risolvere l'iniziale diffidenza verso il pagamento online e allo scopo di tutelare coloro che vi fanno ricorso, è stata varata una normativa di respiro europeo (Web Trader) che stabilisce significative garanzie per tutti coloro che effettuano acquisti collegandosi ai siti di commercio elettronico del continente:

  • Possibilità di recedere dall'acquisto entro il limite massimo di 10 giorni dalla consegna;
  • Sicurezza per i propri dati attraverso il protocollo https:// che assicura la correttezza dell'indirizzo;
  • Conoscenza dei fornitori (con certificazione per coloro che aderiscono alle regole del decalogo);
  • Informazione dettagliata sulle caratteristiche del prodotto comprato;
  • Informazioni precise sulle condizioni di acquisto (costo, consegna, eventuali spese accessorie).

Il sistema più sicuro per pagare on-line

Ogni qual volta si acquista un prodotto attraverso il canale dell'e-commerce vi è un attimo di esitazione nel momento della scelta del sistema di pagamento. La sicurezza rappresenta infatti un requisito a cui nessuno intende rinunciare quando si tratta di invio di denaro, soprattutto se la cifra è piuttosto consistente, come nel caso dell'acquisto di un'auto o di strumenti Hi-Tech.

Il rischio di essere beffati perdendo la somma pagata e non ricevendo il prodotto desiderato, provoca non poche resistenze. Tuttavia, oltre alla particolare attenzione da prestatre al rispetto delle indicazioni di garanzia sopracitate, è da tenere presente che il sistema di pagamento online più sicuro è attualmente PayPal. Di seguito le ragioni:

  • PayPal è un sistema di pagamento internazionale adoperato ormai dai siti di tutto il mondo;
  • Allo stesso conto PayPal è possibile associare più carte di credito o conti corrente;
  • Richiede commissioni ridotte rispetto al bonifico bancario.
  • Offre il grande vantaggio della non divulgazione degli estremi della carta: il compenso dovuto per l'acquisto oppure per il servizio prestato, può essere pagato dal cliente fornendo solo l'indicazione del proprio account. Non è quindi necessario informare il venditore sugli estremi del conto o sul numero della carta che saranno così al sicuro dal rischio di clonazione;
  • Garantisce sia il venditore che il cliente.

Se si desidera aprire un sito di e-commerce, quindi, si deve necessariamente offrire PayPal tra i metodi di pagamento: la sua diffusione tra il pubblico della rete e la sua sicurezza, infatti, lo rende di diritto il sistema di pagamento "da avere".

Ultima ma non ultima, va segnalata anche la possibilità di usare esclusivamente PayPal come gateway di pagamento: il sistema sicuro di pagamento, infatti, permette di ricevere pagamenti anche da chi non ha un conto PayPal, semplicemente seguendo la procedura standard di pagamento con carta di credito, con inserimento del suo numero, del codice di sicurezza e delle altre informazioni: tutti i dati transiteranno comunque sui server sicuri di PayPal e il commerciante potrebbe  addirittura arrivare ad abbattere i costi di gestione dei pagamenti con carta.

Concludendo, quindi, si può dire che PayPal, al momento, è la migliore soluzione di pagamento, non solo per chi ha già un sito di e-commerce, ma anche, e sopratutto, per chi sta iniziando ad avventurarsi in questo mondo tanto affascinante quanto pericoloso e denso di ostacoli.

Doriana Resta (http://www.migliorcontocorrente.org)