La E-commerce Foundation, sponsorizzata, tra le altre aziende, da Hybris, Unic e Buckaroo, ha lanciato l'applicazione Ecommerce Benchmark.

Il servizio permette alle aziende operanti nel commercio elettronico di fornire al sistema le informazioni riguardanti la propria attività e di confrontarla con quelle di altri operatori del settore, in modo aggregato e completamente anonimo.
Ecommerce Benchmark è del tutto gratuito ed è stato pensato per offrire un supporto reale alle scelte valutative delle aziende.

Il Professor CorMolenaar della Erasmus University e uno dei leader della fondazione, spiega:

Le organizzazioni di eCommerce sono a ragione normalmente reticenti a passare informazioni e dati critici. Questo ha portato alla creazione di una barriera d’ingresso a qualsiasi dei precedenti strumenti di benchmark. La sicurezza dei dati infatti è una questione fondamentale. La eCommerce Foundation è stata proprio creata per risolvere questo problema ed è impegnata nella protezione di qualsiasi dato e/o informazione presentato all’eCommerce Benchmark. E’ in grado di garantire l’anonimato di tutti i dati forniti e che questi non siano,in nessun caso, forniti ad altri.

Lo scopo principale dell'organizzazione no-profit E-commerce Foundation è di offrire sia alle aziende sia ai settori economici informazioni aggregate sui trend e sulle performances.
In questo modo i processi decisionali possono essere meglio supportati da dati concreti che misurano oltre 100 KPIs (Key Performance Indicators) delle aziende partecipanti.

L'iniziativa è prima nel suo genere e deve combattere contro le resistenze dei manager, molto diffidenti quando si tratta di "scoprire" le proprie carte: fornire all'esterno le informazioni delle proprie aziende, infatti, potrebbe rivelarsi una scelta non proprio saggia.
Per questo Ecommerce Benchmark permette di inserire i dati nel sistema in modo del tutto autonomo, anche utilizzando un indirizzo email non aziendale. I dati inseriti sono poi vagliati e valutati singolarmente da un team di persone che si preoccuperà di filtrare tutti i dati che appaiono poco veritieri o inverosimili, garantendo l'affidabilità e la precisione dell'intero sistema.
La veridicità dei dati, infatti, è fondamentale perchè lo stumento funzioni e diventi un tool di supporto concreto e utile per le scelte aziendali e per la strutturazione delle roadmap che le imprese seguono per garantirsi uno sviluppo costante nel tempo.

L'importanza dei dati nei processi decisionali è fondamentale,

L’eCommerce genera e vive sui dati, e i professionisti delle vendite hanno a lungo utilizzato e apprezzato dati comparativi di benchmark grazie ai quali migliorare le loro performance di business. I dati di benchmark sono sempre stati, almeno fin’ora, costosi da confrontare e consultare. Accogliamo dunque con favore questo strumento soprattutto perché gratuita per i retailer interessati ed ha fin dall’inizio una prospettiva pan-europea

dice Ian Jindal, fondatore e Direttore di Internet Retailing in UK e sostenitore della fondazione.
Perchè i dati possano essere sfruttati al meglio il sistema Ecommerce Benchmark permette di accedere ad informazioni relative a vari settori merceologici e suddivise anche per tipo di impresa e di target. Così si potranno visualizzare e confrontare con i propri i dati relativi al commercio B2B o B2C, relativi a singoli settori (come il turismo) o ad imprese con dimensioni simili alle proprie potendo consultare i dati realtivi alle vendite all'ingrosso o al dettaglio.
Il servizio di Ecommerce Benchmark misura quattro parametri fondamentali: performance per canale, situazione finanziaria, organizzazione interna e livello di nnovazione. Ad ogni impresa viene assegnato un punteggio per oguno di questi aspetti e i risultati possono essere confontati con le medie delle altre imprese (si ricorda, sempre in modo anonimo ed aggregato).

Lo scopo di questo sito è di migliorare le attività di ecommerce di un’organizzazione, - afferma Kees de Vos, VP business consulting hybris - Le aziende, superata la riluttanza a condividere in modo anonimo le informazioni riservate, ricevono una visione completa del proprio business online con il punteggio e le prestazioni dei concorrenti. Nel futuro permetteremo inoltre il confronto a più livelli, ad esempio per paese, per industria o fatturato, e ci adopereremo per tenere traccia della storia delle aziende e relative evoluzioni.

L'Ecommerce Foundation ha dunque fatto un bel lavoro rilasciando questa applicazione. Non c'è dubbio che essa sarà trovata molto utile dagli operatori del settore che decideranno di avvantaggiarsene.
L'iniziativa non può nemmeno essere difinita peregrina visto che, oltre alle citate Hybris, attiva nella fornitura di software, Unic, provider di soluzioni per il commercio elettronico, e Buckaroo, fornitore di soluzioni per il web e mail marketing, è supportata anche da eccelsi nomi, anche accademici, quali il Prof. CorMolenaar (Erasum University), Gijs Vroom (Direttore di Emerce) e Ian Jindal (Direttore di Internet Retailing UK).

Ma questo non basta per offrire il miglior servizio.
La Ecommerce Foundation, dunque, ha fatto sapere che è alla ricerca di partner che la supportino nell'acquisizione di nuovi utenti e la supportino anche a livello economico.
Al momento le aziende partecipanti sono circa 111 e il futuro ci dirà se tale strumento è destinato al successo o meno.