Visa ha approvato Secure Element Manager (SEM) di Research in Motion (RIM): la prossima generazione di BlackBerry supporterà i pagamenti NFC (Near Field Communication).

Research in Motion è l'azienda canadese che produce i telefoni BlackBerry. L'approvazione da parte di Visa della sua tecnologia di gestione dei pagamenti via NFC le apre le porte al mondo dei pagamenti mobile, posizionando il BlackBerry tra i telefoni abilitati all'uso della tecnologia NFC, nata per gestire le transazioni con carta doc redigo senza usare il supporto classico: la carta appunto.

La tecnologia NFC, infatti, si basa un sistema sicuro che memorizza i dati finanziari direttamente all'interno del telefono: basta avvicinare due dispositivi che supportano NFC per eseguire il trasferimento dei fondi da un conto all'altro ed eseguire, quindi, il pagamento.

Le parole di Frank Maduri, Senior Director NFC Services and TSM Product Management di RIM sono eloquenti ed esprimono a chiare lettere la soddisfazione dell'intera azienda:

L’approvazione da parte di Visa della soluzione SEM di RIM è un passo importante, in quanto permetterà ai carrier telefonici di supportare le banche e le istituzioni finanziarie che emettono carte Visa. Oggi possiamo offrire ai carrier una soluzione solida e un supporto globale in grado di funzionare su qualsiasi dispositivo abilitato all’NFC, e soddisfare nel contempo le stringenti linee guida di Visa riguardo alla tecnologia e all’usabilità.

Abilitare i pagamenti NFC sui propri dispositivi è stata una scelta quasi obbligata per RIM, dal momento che Visa sta supportando la tecnologia da diversi mesi, anche con campagne pubblicitarie ed azioni di marketing più spinte. Quest'Estate, per esempio, Visa ha organizzato un grande test alle Olimpiadi di Londra: in quell'occasione ha fornito ad atleti, visitatori, merchant e altri tester selezionati, dei dispositivi abilitati ai pagamenti contactless.

Ora anche i BlackBerry sono abilitati a questo tipo di pagamento. In questo modo Research in Motion conta di riuscire a consolidare il proprio ruolo di partner chiave per la gestione sicura dei pagamenti contact-less.

Il successo di Rim nell’aver ottenuto l’approvazione ufficiale di Visa in veste di Secure Element Manager è uno step fondamentale per estendere il ruolo di Rim come partner chiave per la sicurezza delle soluzioni di mobile payment in tutto il mondo - ha dichiarato Andy Castonguay, Principal Analyst di Informa Telecoms & Media, che, continuando, spiega - Il centro operativo della rete sicura di Rim offre una combinazione unica di copertura geografica globale e ha stabilito relazioni di fiducia con centinaia di carrier in tutto il mondo, grazie anche all’ottima reputazione in termini di sicurezza, che posiziona Rim in una categoria a parte tra i partner Sem in un mercato in crescita come quello del mobile payment

La nuova tecnologia per i pagamenti contactless di RIM è stata già implementata in Canada da EnStream, una joint venture tra Bell, Rogers e Telus.

Tutto pronto, dunque, in casa Research in Motion per il lancio ufficiale della nuova piattaforma BlackBerry 10 che dovrebbe vedere la luce entro poche settimane. Nel frattempo già oltre 150 aziende stanno testando i nuovi terminali di RIM, che spera così di mantenere il proprio ruolo di partner preferenziale degli utenti business.

La tecnologia NFC, quindi, consolida la propria posizione nel mercato dei pagamenti contact-less, andando a erodere fette di mercato a sistemi alternativi, come quello sviluppato da Square, per esempio, e trovando comunque forti opposizioni in Apple, che ha deciso che non implementerà la tecnologia NFC nei propri iPhone.

In ogni caso le stime sono rosee per i pagamenti mobile: gli analisti di Juniper Research prevedono per il 2017 un valore per questo mercato pari a circa 110 miliardi di dollari.