Open Source: Con l’eCommerce Ti Apri al Mondo ma Conosci il Codice Aperto?

Open Source, bistrattato da alcuni, adulato e quasi venerato da altri sembra essere una delle cose più controverse nel mondo di Internet e nel mondo informatico in generale.

Per anni messo in una angolo e relegato per lungo tempo, solo di recente sta venendo riscoperto e gli si sta dando la giusta importanza, complice anche l'enorme lavoro svolto negli ultimi 30 anni dai suoi sostenitori più capaci che con il rilascio di software e lo sviluppo di sitemi operativi e software per creare siti ecommerce hanno permesso all'Open Source di farsi apprezzare da una cerchia di utenti sempre maggiore. Uno degli ultimi riconoscimenti è venuto dal neo-eletto presidente americano Obama che lo ha indicato come nuova soluzione ai problemi informatici non solo d'America ma del mondo intero.

Dopo anni di evoluzione Open Source oggi indica sia un modello di sviluppo del software, sia un modello di business.

L'espressione “Open Source” nasce nel 1998 quando alcuni tra i maggiori esponenti del movimento “Free Software” decidono di elaborare la “Open Source Definition”, una serie di criteri che una licenza deve rispettare per poter essere definita Open Source.

Esso è stato definito "concetto", "filosofia", "software gratuito", "movimento" ed in molti altri modi. Accezioni e significati ognuno dei quali riesce a descrivere un aspetto più o meno marginale dell'open source.

Esiste un programma open source per svolgere praticamente qualunque operazione con il proprio computer e spesso le soluzioni sono qualitativamente competitive con quelle speculari closed source e anche per chi ha intenzione di fare ecommerce rappresenta una ottima opportunità. I motivi sono molti e ne elenco solo alcuni:

  1. Il software open source può facilitare e rendere molto meno difficile, stressante ed onerosa la tua prima esperienza con l'ecommerce;
  2. Potresti scoprire che le soluzioni open source sebbene gratuite (ma la gratuità è solo una conseguenza!) possono essere per i tuoi scopi migliori di quelle a pagamento;
  3. Potresti scoprire un mondo nuovo fatto di personalizzazioni su misura per le esigenze del caso specifico a costi ridotti e con risultati migliori.

Ma per trarne tutti i vantaggi è necessario comprendere fino in fondo il motivo per cui l'open source esiste, perchè è nato e come mai è riuscito a sopravvivere e sta addirittura surclassando il sotware closed source.

Quindi accetta un consiglio spassionato, continua a leggere, potresti evitare di spendere soldi inutili nel migliore dei casi o di prendere un bel bidone nel peggiore!

L'articolo ha proprio lo scopo di chiarire alcuni punti controversi che ancora causano confusione in chi si avvicina a questo concetto per la prima volta o magari ne ha sentito parlare ma non ha mai approfondito l'argomento nè ha compreso pienamente gli enormi potenziali vantaggi. Di seguito l'elenco dei capitoli/articoli che intendo pubblicare nei prossimi giorni riguardo l'open source:

  1. Vantaggi e svantaggi dell'open source
  2. Alcuni software open source da provare
  3. Domande frequenti sull'open source
  4. (Mezze) Verità e palesi bugie sull'Open Source

Nel frattempo ti lascio al video introduttivo sull'open source creato da arcoiris.tv, molto utile ed istruttivo ed in grado di iniziare a chiarire un bel po' di concetti ancora confusi nella mente del grande pubblico.

2017-04-11T19:17:08+00:00 By |Categorie: Blog|Argomenti: , , |

Scrivi un commento